Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Notte della Taranta, sabato 24 agosto il Concertone con Enzo Avitabile

Notte della Taranta, torna il Concertone (con un indotto da 16 milioni)

Quest’anno c’è Enzo Avitabile. Il cast cambia sempre, non certo il risultato in termini di indotto: è ancora una volta tutto esaurito negli alberghi del Salento nella settimana del Concertone de La Notte della Taranta, in programma sabato 24 agosto a Melpignano.  Secondo Federalberghi Puglia dal 19 al 25 agosto c’è un aumento di prenotazioni nelle strutture ricettive  salentine. «Questo dato – spiega Raffaele De Santis, presidente di  Federalberghi Lecce – è parzialmente in controtendenza rispetto alla lieve flessione di richiesta turistica che si è registrata quest’anno nel periodo estivo. Non solo pienone dunque nella settimana clou dell’evento di Melpignano ma anche un nuovo dato che riguarda i turisti stranieri. Oltre alle consuete presenze dall’Europa, in particolare da Francia e Germania, nel 2019  aumentano le presenze da America, Australia e Cina».

Il dato complessivo conferma quanto già evidenziato dal rapporto realizzato da Ciset assieme a Confcommercio Italia e Agis: «Gli effetti della Notte della Taranta sulla ricettività sono quindi percepiti soprattutto nell’appuntamento del concertone finale, che è segnalato da quasi la metà degli operatori del Salento come ragione di aumento delle prenotazioni». Dallo stesso rapporto emerge che in ciascuna edizione, a partire da una spesa diretta dei visitatori sul territorio pari a 16,8 milioni (di cui 13 milioni per i servizi), si generano 6 milioni di valore aggiunto nel territorio. A fronte di un budget di circa 1,2 milioni speso nell’organizzazione di ciascuna edizione, ogni euro investito nell’evento produce 14 euro di spesa dei visitatori per 5 euro di valore aggiunto.

Giunto nel 2019 alla ventiduesima edizione, la Notte della Taranta è un festival nato sull’onda del fenomeno di riscoperta della musica di tradizione orale e del rinnovato fermento di studi attorno alla cultura del tarantismo e organizzato ogni anno dalla Fondazione Notte della Taranta, con l’Unione dei Comuni della Grecia Salentina. Quest’anno all’evento conclusivo del 24 agosto parteciperanno Elisa, Guè Pequeno, Salif Keita, Maurizio Colonna e Alessandro Quarta, oltre allo stesso Enzo Avitabile. Per la prima volta il Concertone sarà trasmesso in diretta da Rai 2. Condurrà Gino Castaldo con la partecipazione di Belen e Stefano De Martino. All’evento sono attesi come ogni anno circa 150mila spettatori che si vanno ad aggiungere agli oltre 350mila spettatori del Festival a tappe:  dal 3 al 22 agosto nei 19 comuni del Salento che hanno ospitato 40 concerti e 400 artisti.

La formula del festival del tutto originale e innovativa per la presenza del maestro concertatore, quest’anno Fabio Mastrangelo, direttore della Russian Philharmonic, invitato a reinterpretare i «classici» della tradizione musicale locale avvalendosi di un gruppo scelto tra i migliori musicisti di riproposta del Salento. Non riproducibilità e forte collegamento con l’identità locale: il Festival, essendo strettamente legato alla  cultura e alla musica popolare locale, ha senso di esistere solo nel Salento ed è fortemente sentito e voluto in primis dalla comunità locale, che nutre un grande senso di appartenenza e di orgoglio verso l’evento. Un evento che soddisfa contemporaneamente un fabbisogno di socialità, di svago e di appartenenza.