Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Springsteen «raddoppia» a San Siro. E al Circo Massimo apriranno i Counting Crows

Chi non è riuscito a trovare il biglietto per Milano non disperi: le date di San Siro raddoppiano. Quanto alla performance di Roma, nella location storica del Circo Massimo, ci sarà un gruppo supporter d’eccezione: i Counting Crows. Ancora sorprese per i numerosissimi fan italiani di Bruce Springsteen che attendono con impazienza lo «scalo» italiano del suo «The River Tour» nel quale reinterpreterà per intero la scaletta del doppio album capolavoro del 1980. Dopo il live del 3 luglio, già sold out in prevendita, si aggiunge infatti una seconda data il 5 luglio e così, per la prima volta, il Boss con la E Street Band saranno protagonisti nel giro di pochi giorni di due concerti alla Scala del calcio. I biglietti per la nuova data saranno disponibili a partire dalle ore 11.00 di venerdì 26 febbraio esclusivamente online su www.ticketone.it e dalle ore 11.00 di sabato 27 febbraio nei punti vendita TicketOne e Vivaticket. Dettagli non di poco conto, se consideriamo la guerra che il promoter di Springsteen per l’Italia, Claudio Trotta di Barley Arts, ha dichiarato ai circuiti di secondary ticketing. Per la data di Roma, in programma il 16 luglio al Circo Massimo per il Postepay Rock in Roma rimangono ancora disponibili 10mila biglietti. Barley Arts rende noto che ad aprire il live act saranno i Counting Crows, nota band di San Francisco capitanata da Adam Duritz particolarmente a suo agio davanti a folle oceaniche. I tre live italiani di Bruce Springsteen e la E Street Band attireranno nelle due location un pubblico variegato proveniente da tutto il mondo. Basti pensare che, su Roma, più del 70% dei ticket sono stati acquistati da turisti, sia italiani sia stranieri. Dai dati dei biglietti già acquistati, inoltre, emerge sia su Roma sia su Milano una forte percentuale di ticket comprati da Paesi esteri non solo lontani, ma anche inusuali: oltre agli Stati europei e agli Usa, infatti, figurano anche acquisti provenienti, tra gli altri, da Tonga, Comoros, Indonesia, Giappone, Cambogia, Malesia, Singapore, Thailandia ed Emirati Arabi Uniti.

 

</span></figure></a> La copertina di The Ties that Bind, box di The River
La copertina di The Ties that Bind, box di The River
  • fabrizio |

    Gli acquisti da paesi “esotici” sono dovuti alle sedi legali delle società di secondary ticketing, non certo a cambogiani e malesi che si presenteranno al concerto di S.Siro

  Post Precedente
Post Successivo