Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
bocelli

Generali sostiene l’alternanza scuola-lavoro al San Carlo di Napoli. Special guest: Andrea Bocelli

Domenica speciale per oltre 700 studenti campani che si sono riuniti al San Carlo di Napoli con Andrea Bocelli a parlare di passione, impegno, musica e arte. È una sorta di speciale omaggio che Generali Italia fa ai ragazzi coinvolti nel progetto di alternanza scuola-lavoro destinato agli istituti superiori della Campania. Nell’ambito di Valore Cultura – iniziativa di Generali Italia nata nel 2016 con l’obiettivo di rendere l’arte e la cultura accessibili a un pubblico sempre più ampio e di avvicinare le famiglie e in particolare i giovani a questo mondo – è stato infatti avviato il progetto di alternanza scuola-lavoro del di San Carlo.

Il programma prevede percorsi formativi con laboratori sulle arti e sui mestieri dello spettacolo, dal canto all’organizzazione di un evento, e offre la possibilità di apprendere una professione a molti ragazzi, provenienti anche da ambienti periferici e disagiati della città e della regione. L’iniziativa, sostenuta da Generali Italia per due edizioni consecutive, ha coinvolto complessivamente oltre 3mila ragazzi. Lo scorso 5 aprile 1.500 studenti che hanno partecipato all’edizione 2019 del progetto hanno invaso le strade di Napoli con un flash mob dedicato a George Gershwin. «Quando incontri la passione di questi ragazzi, – sottolinea Marco Sesana, country manager e ceo di Generali Italia (nella foto con Andrea Bocelli) – quando vedi il loro impegno nel coinvolgere la città, quando un teatro storico diventa riferimento per il loro futuro, hai la conferma che la cultura è un valore capace di mobilitare le energie migliori del nostro Paese. Sono contento che anche Bocelli abbia contribuito ad alimentare la passione dei ragazzi che in più di 3mila hanno partecipato ai progetti di alternanza scuola-lavoro del Teatro San Carlo di questi due anni che, con convinzione, abbiamo sostenuto e che continueremo ad appoggiare. Anche questo per noi è essere partner di vita».

L’appuntamento dei ragazzi con il tenore proseguirà lunedì sera, quando 300 studenti avranno anche l’opportunità di assistere alla prima serata del concerto di Bocelli che tornerà sul palco del teatro partenopeo a distanza di 13 anni, proponendo un programma lirico che sarà quasi identico a quello che l’artista toscano ha portato in scena al Metropolitan Opera House di New York, a febbraio».