Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Gilmour

Franceschini, Gilmour e la sua terza volta a Pompei: «Stavolta, però, sarà come nel 1971» (con passeggiata all’alba)

Visita d’eccezione oggi al Collegio Romano, sede del ministero dei Beni culturali: il ministro Dario Franceschini ha ricevuto David Gilmour, chitarrista e voce principale dei Pink Floyd, in procinto di esibirsi a Circo Massimo di Roma (2 e 3 luglio), all’Arena di Verona (10 e 11 luglio) e soprattutto nell’anfiteatro di Pompei (7 e 8 luglio), dove i quattro di Cambridge già si esibirono nel 1971 per la realizzazione del leggendario rockumentary di Adrian Maben «Pink Floyd Live at Pompeii». L’illustre precedente è stato l’argomento principale del colloquio con l’esponente del governo che, a quanto ha detto questa mattina, salvo impegni dell’ultima ora sarà presente a una delle due date pompeiane. «Sono emozionato all’idea di tornare a Pompei, – ha detto Gilmour, accompagnato dalla moglie scrittrice Polly Samson – conservo ancora vivo il ricordo dell’esibizione di 45 anni fa. Un posto magico. Ricordo che io e i ragazzi giravamo all’alba in una Pompei praticamente vuota, c’erano soltanto gatti e cani. Un posto magico, pieno di storia e di una bellezza che ti lascia senza fiato». Non è la prima volta che, dal 1971 a oggi, ci torna: «Ci sono stato – ha raccontato Gilmour al ministro – 18 anni fa da turista, con la famiglia. Suonarci, però, sarà tutta un’altra cosa». Il soprintendente dell’area archeologica speciale di Pompei, Ercolano e Stabia Massimo Osanna ha proposto allora un tour guidato d’eccezione degli scavi, prima dell’orario di apertura, a Gilmour che, a quanto risulta a «Money, it’s a gas!» avrebbe accettato di buon grado. Poi Franceschini e il musicista hanno visitato il palazzo del Collegio Romano, con immancabile selfie nella biblioteca storica che il numero uno del dicastero ha lanciato sul suo profilo Twitter (nella foto). Si è parlato, ovviamente, della grande patrimonio artistico del Bel Paese: «Incredibile tutta questa bellezza italiana… giusto che lo Stato se ne occupi». Se lo dice Gilmour…

  • cristian |

    Carissimo angelmusic , anzitutto riguardo alle droghe assunte dai Pink Floyd ci andrei piano in quanto Gilmour e´sempre stato una persona lucida e lo dimostra con la sua musica suonata e cantata con un entusiasmo invidiabile, alla veneranda eta´di 70 anni.
    Il resto del gruppo non ne avra´assunta piu´del suo vicino di casa 15enne e se lei non apprezza il rock psichedelico progressivo ed innovativo tutt´ora, non e´necessario denigrarlo, come io non denigro la musica classica a cui lei fa riferimento e che a me non piace.
    Probabilmente riguardo alle droghe lei si riferisce a Syd Barrett, membro fondatore del gruppo nel 1965 e bravo pittore che ha fatto largo uso di LSD danneggiando esclusivamente se stesso ma lasciando al mondo un genere musicale innovativo apprezzato in tutto il pianeta.
    Dispiace sentire persone che criticano senza sapere,
    si informi.
    Onore al ministro Franceschini

  • angelmusic |

    che orrore pensare che pompei ospiti personaggi che hanno sempre avuto bisogno di droghe e schifezze varie per fare concerti…e soprattutto fanno musica angosciante e deprimente …gruppo bocciato dalla critica intelligente americana ed inglese…ma purtroppo seguiti in italia…insomma un concerto che farà felice i ricchi consumatori di cocaina…perchè far venire i diabolici della musica rock , tra l’altro decaduti da secoli a livello discografico, e non artisti attuali amati dai giovani o artisti di classe.????.o magari musica classica..li’ si’ che sarebbe un concerto di classe(nonostante non è proprio il mio genere)…e non di certo un personaggio del genere…ma purtroppo… 🙁

  Post Precedente
Post Successivo