Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il musical come forma d’investimento: in vendita quote del budget di «Saranno Famosi»

Siete a caccia di formule innovative d’investimento e vi piace la musica? Perché non investire su un musical? Da oggi anche in Italia, come già succede a Broadway o nel West End, si può fare. Wizard Production Srl, società con quartier generale a Milano nota tra le altre cose per aver portato sullo Stivale lo show «Dirty Dancing – The Classic Story on Stage», ispirato al famoso film, apre infatti alla formula dell’associazione in partecipazione per il suo nuovo spettacolo «Fame – Saranno Famosi», tratto dalla serie televisiva anni Ottanta. L’iniziativa, presentata ieri presso la sede milanese dell’Agis in collaborazione con Assomusica, funziona così: dal 31 marzo all’1 maggio 2016 al Teatro Nazionale di Milano saranno rappresentate le gesta celeberrime di Coco Hernandez e Leroy Johnson che trent’anni fa tenevano milioni di italiani incollati al teleschermo. Il budget previsto per la produzione dello show è di 520mila euro: chi vuole entro il 15 novembre può partecipare al rischio d’impresa acquistandone quote di almeno il 5 per cento. Già in caso di raggiungimento del break-even (la quota fissata è sempre 520mila euro), l’investitore ottiene indietro la cifra investita. Eventuali utili saranno distribuiti dopo un arco di tempo di 30-45 giorni nella misura di un 25% alla società di produzione e del rimanente 75% agli investitori. Ovviamente in caso di flop, l’investimento non renderà. «La formula che proponiamo – spiega il patron di Wizard Enrico Porreca, produttore di Ennio Morricone – in Italia potrà apparire innovativa, anche a causa del grande individualismo che qui hanno sempre avuto i player di settore, ma nei Paesi anglosassoni è storia, soprattutto per quanto riguarda il segmento musical». A quali investitori si guarda? «Interlocutori privilegiati – risponde Porreca – sono i colleghi che lavorano nel settore degli eventi live». E l’esperimento, a quanto pare, non si fermerà a «Fame» perché, a quanto rivela il produttore, «è in cantiere un progetto ancora più ambizioso che sarà lanciato a breve». Un po’ di Broadway sbarca a Milano. Anche nel modello di business.

 

</span></figure></a> Il logo di Fame – Saranno Famosi
Il logo di Fame – Saranno Famosi