Rolling Stones a Milano, il Milan lancia una speciale capsule collection

Nel giorno del ritorno dei Rolling Stones a San Siro, gli incroci rock/pallone suonano più suggestivi che mai. Esempio: non tutti sanno che la buonanima di Charlie Watts, batterista e membro fondatore della band scomparso meno di un anno fa, era grande appassionato di calcio, tifoso del Tottenham e simpatizzante del Milan, come testimonia la maglia rossonera indossata al Palalido nel 1970. Non è casuale che il Milan, proprio in occasione del concerto dei Rolling Stones, abbia lanciato una speciale capsule collection in collaborazione con i Rolling Stones.

La capsule – disponibile ora in tutti i punti vendita Ac Milan (fisici e online) e sull’e-store ufficiale dei Rolling Stones – è composta da cinque pezzi, tra cui due t-shirt, una felpa, una borsa in tela e una gym sack. In tutti i pezzi sarà presente l’iconica «linguaccia» degli Stones che per l’occasione si è tinta di rossonero, fondendo in un unico speciale logo lo storico simbolo della band inglese e gli storici colori del Milan. Sulle magliette è presente una menzione speciale a  «Sympathy for the Devil», titolo di uno dei brani più celebri della rock band inglese che richiama il Diavolo, da sempre mascotte del Milan.

La speciale collaborazione, creata in collaborazione con Bravado, parte della Universal Music Group, avvicina due mondi – il calcio e la musica –  accomunati dalla pura passione dei propri fan e dalla potenza delle forti emozioni che entrambi riescono a generare attraverso la loro espressione massima: le partite e i concerti. La collezione Ac Milan x The Rolling Stones si inserisce all’interno di un contesto di forte crescita del brand rossonero fuori dal campo da gioco e che vede il Club particolarmente attivo con progetti e collaborazioni importanti nel mondo della moda e dell’entertainment.

  • Francesco Prisco |

    Sono una serie limitata.

  • Luciano Gandolfi |

    Sapete dirmi se le magliette celebrative dei Rolling Stones in collaborazione con ACM verranno ristampate?

  Post Precedente
Post Successivo