Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Paolo Fresu

Blue Note, cena di Natale per beneficenza con Paolo Fresu

Anche con la musica si può fare del bene: ne è convinto Blue Note Milano, jazz club di riferimento per gli appassionati del genere che in occasione del Natale ha in programma un evento unico a favore di Banco dell’energia, la onlus fondata da A2A e dalle sue Fondazioni Aem e Asm che ha lo scopo di raccogliere fondi per sostenere persone in situazione di vulnerabilità economica e sociale con particolare attenzione alla povertà energetica. Mercoledì 15 dicembre il jazz club di via Borsieri si vestirà a festa e ospiterà una cena di gala con un raffinato menù ideato per l’occasione dallo chef Federico Tronci, il cui ricavato andrà a sostegno di tutti i progetti promossi proprio da Banco dell’energia onlus.

Immancabile il sottofondo musicale che per l’occasione sarà davvero speciale: Paolo Fresu, il trombettista e jazzista italiano più noto a livello internazionale, con centinaia di dischi all’attivo, migliaia di collaborazioni e concerti in tutto il mondo, proporrà «Heroes», un progetto originale dedicato a David Bowie. Paolo Fresu interpreterà l’artista inglese, accompagnato da un cast stellare: Petra Magoni, Francesco Diodati, Francesco Ponticelli, Christian Meyer e Filippo Vignato. Una vera e propria superband.

«Anche la musica dona energia», commenta Fresu (nella foto). «Lo ha fatto in questo tempo dilatato della pandemia e continuerà a farlo come futura missione. Assieme al Banco dell’energia porteremo sul palco del Blue Note di Milano un progetto di passione che speriamo possa scaldare i cuori ma non surriscaldare il pianeta. “Heroes” è pura energia. Come la musica di David Bowie che, la sera del 15 dicembre, omaggeremo per contribuire a sconfiggere la povertà energetica».

Per Daniele Genovese, direttore generale del Blue Note, «essere riusciti a organizzare questo evento è per noi motivo di grande soddisfazione. Banco dell’energia è una onlus che si impegna quotidianamente per garantire un futuro e una vita dignitosa a moltissime famiglie, e prodigarci per la riuscita di questa serata ci è sembrato doveroso, specialmente in un periodo come quello che stiamo vivendo. Ci auguriamo che il pubblico accolga con entusiasmo questa iniziativa e decida di unirsi a noi in un gesto di solidarietà», conclude Genovese.