Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
ralph-towner2-paolo-soriani

Al via Ferrara in Jazz, una storia lunga 40 anni per 7.500 spettatori

Ottanta concerti in un anno, per un totale di 7.500 spettatori raggiunti. Una storia partita 40 anni fa e ancora oggi attualissima. Il 26 aprile 1977 il Circolo Amici del Jazz (all’epoca si chiamava così) iniziava a Ferrara la propria attività di promozione del patrimonio musicale afroamericano. Da allora nessuna interruzione, con la città emiliana e il suo territorio che sono stati teatro delle esibizioni di tutti i più importanti jazzisti nazionali e internazionali. A metà di questa storia si colloca Ferrara in Jazz, rassegna che si svolge nella suggestiva sede del Torrione San Giovanni (bastione rinascimentale iscritto nella lunga lista dei beni Unesco) che si appresta ad inaugurare la 19esima edizione con il contributo di Regione Emilia Romagna, Comune di Ferrara, Endas Emilia-Romagna e il sostegno di numerosi partners privati. Il festival prende il via venerdì 6 ottobre con la contagiosa energia dell’apprezzata Tower Jazz Composers Orchestra, la resident band del Torrione formata da oltre 20 elementi, diretta da Alfonso Santimone e Piero Bittolo Bon. Con tre serate settimanali – venerdì, sabato e lunedì – la kermesse giungerà al termine a fine aprile 2018, dopo aver dispensato, a un pubblico sempre più vasto, sei mesi densi di concerti animati da protagonisti assoluti del panorama internazionale, serate dedicate a talenti emergenti e novità discografiche, nuovi itinerari musicali ed esposizioni, per un totale di circa 80 appuntamenti che abbracciano il linguaggio jazzistico a 360 gradi, valicando confini geografici e di genere. Nel fine settimana, in particolare, si esibiranno icone internazionali della musica afroamericana tra cui spiccano due guru della sei corde, Ralph Towner (in solo, 11 novembre, nella foto di Paolo Soriani) e Bill Frisell (in duo con Thomas Morgan 24 aprile). A seguire i gruppi Sex Mob (7 ottobre), BassDrumBone (28 ottobre), The Claudia Quintet (31 ottobre), Tim Berne Snakeoil (3 novembre), Smalls Live On Tour (10 novembre), Human Feel (25 novembre), Fly (20 gennaio), Kneebody (10 febbraio) e N.Y. Gipsy All-Stars (3 marzo); le formazioni stabili di Eric Reed (13 ottobre), Christian Sands (14 ottobre), Ambrose Akinmusire (21 ottobre), Miguel Zenón (18 novembre), Kenny Werner (1 dicembre), Jen Shyu (9 dicembre), Johnny O’Neal (23 dicembre), Anat Cohen (27 gennaio), Wayne Escoffery (17 febbraio), Lionel Loueke (24 febbraio) e Linda Oh (31 marzo); i trio Iverson-Sanders-Rossy (16 marzo), Speed-Tordini-King (2 marzo) e Bonafede-Gomez-Zigmund (7 aprile), il duo Aruán Ortiz-Don Byron (2 dicembre).