Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
I can't explain

Ramones, Queen, Who e Beatles: rock oltre la disabilità sul calendario del centro Quercia

Dai Ramones ai Beatles e, per restare a queste latitudini, dai Cugini di campagna a Zucchero. Un calendario che rivisita le più famose copertine o le foto iconiche di grandi interpreti della musica nazionale e internazionale, raccontate dagli ospiti del centro di socializzazione per portatori di handicap di Quercia, piccola frazione di Aulla nell’alta Lunigiana, che già l’anno scorso si era e aveva divertito con un calendario simile, ma dedicato al mondo del cinema. Le foto sono opera di Sebastiano Bongi, che ha contribuito a ricreare un vero e proprio backstage cinematografico nelle strutture del centro in provincia di Massa Carrara, gestito dalla locale Società della Salute. I ragazzi si sono così trasformati in celebri star dell’immaginario rock e pop, imitando i Queen di «Bohemian Rhapsody», i Beatles di «Abbey Road» o un passo del balletto di «Attenti al Lupo» di Lucio Dalla. «Dopo quanto fatto lo scorso anno, un calendario che a tutti noi ha regalato molte soddisfazioni, abbiamo deciso di ripetere questa esperienza», racconta Patrizia Serrapiglia, una delle educatrici del centro, che, insieme ai suoi colleghi Alessandro Bongi, Cecilia Rinaldi e Lina Lami, si è reinventata per l’occasione scenografa e costumista. Anche perché, sottolinea, «ormai quasi tutti i giorni sui media si leggono storie di asili, scuole, centri di disabili dove ci sono percosse e maltrattamenti: noi proviamo a dare un segnale positivo, che provi a cancellare tutti quei messaggi negativi che arrivano ogni giorno. È anche un modo per mostrare che non tutte le realtà di questo tipo sono uguali, anzi quelle negative sono e restano una minoranza».